Palio Asti tra storia e rievocazioni

Domani 21 cavalli al canapo, Migliaia di turisti in città

Redazione ANSA ASTI

  ASTI - Tempo d'investitura dei fantini, prove ufficiali e pronostici ad Asti, dove domani si corre il Palio, storica corsa equestre che ogni anno attira migliaia di turisti e appassionati. Sono 21 i borghi, i rioni e i Comuni di Asti proti a schierare al canapo i cavalli, che ieri sera hanno avuto il via libera alla competizione da una apposita commissione tecnica. Scongiurato il rischio di non poter correre, a causa di un decreto ministeriale sull'utilizzo dei puro sangue, la festa può dunque avere inizio.
    Questa mattina i fantini hanno ricevuto l'investitura ufficiale dai loro rettori, mentre oggi pomeriggio nella centrale piazza Alfieri sono scese in campo le accoppiate generali per le prove della pista. Tre le batterie, da sette cavalli ciascuna. Tra i favoriti, i 'ramarri' del borgo San Lazzaro, che giovedì si sono già aggiudicati il 'paliotto', il palio degli sbandieratori. Anche il rione San Paolo, vincitore nel 2015, cercherà di strappare una nuova vittoria. Entrambi dovranno fare i conti con il borgo Torretta e il rione Santa Maria Nuova. Uno di loro potrebbe essere il vincitore del drappo dipinto quest'anno dal maestro torinese Mauro Chessa.
    Per la prima volta in pista, il nuovo gruppo del capitano del Palio, il trentenne Michele Gandolfo, con il suo seguito di giovani magistrati e cavalieri. Esordio in torretta per il mossiere, Daniele Masala. Sono loro a vigilare e arbitrare, rispettivamente, la sfida equestre che ogni anno richiama non solo migliaia di visitatori nel capoluogo piemontese, ma anche un nutrito gruppo di animalisti, che manifestano il loro dissenso allo sfruttamento degli animali.
    Intanto, in città è tutto pronto per far rivivere il passato medioevale. Nelle ore che precedono la corsa, fervono gli ultimi preparativi dei comitati palio, al lavoro da un anno per la manifestazione. Mentre si consumano le cene propiziatrici, in piazza Statuto è allestito il mercatino del palio. Nel pomeriggio della vigilia, novecento bambini hanno indossato costumi di richiamo medioevale e hanno dato vita a una baby sfilata per le vie del centro storico, in attesa del corteo di oltre 2mila figuranti che anticipa la corsa di domenica.
    Sulle tribune, quest'anno, oltre 400 posti a sedere in più (5mila in tutto ndr) e "si va per il tutto esaurito" dice il primo cittadino, Fabrizio Brignolo. La sfida tra fantini inizia alle ore 16 con la prima delle tre batterie in gara, seguite dalla finale a nove cavalli. La licenza di correre è affidata al sindaco, con formula di rito recitata dalla tribuna, al gruppo del capitano schierato in campo. "Andate, e che San Secondo vi assista". E poi il via al Palio "dell'anno del Signore 2016".
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA