In bici nel Parco dei Monti Sibillini

Prima edizione Sibillini Bikepacking al via 25 maggio

Redazione ANSA ANCONA

 ANCONA - Gli azzurri monti Sibllini sono sempre più una meta d'elezione per i bikers. E tra pochi giorni diventeranno teatro del Sibillini Bikepacking, il primo evento "Unsupported Bike Adventure" nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. La prima edizione, che partirà il 25 maggio prossimo, sta già registrando un grande successo di adesioni: circa 200 pionieri provenienti da 5 diverse nazioni attraverseranno il territorio di 4 province e di circa 20 Comuni marchigiani compresi nell'area del Parco. Il percorso (circa 160 km) è una versione appositamente rivista del Grande Anello dei Sibillini (Gas). Un unico itinerario che per oltre il 90% si sviluppa su mulattiere e sentieri di montagna, a cavallo tra Marche e Umbria, studiato per esaltare la varietà e la bellezza di questi luoghi incontaminati e ricchi di storia, tradizioni e un'immancabile aura di magia e leggenda. La manifestazione ha già fatto segnare un tutto esaurito nelle prenotazioni presso le strutture recettive per il lungo fine settimana, in connessione con il progetto regionale Bike e il nuovo cluster turistico Marche Outdoor su cui la Regione punta nel 2019 con l'obiettivo di rafforzare la propria attrattività e diversificare l'offerta rivolta al viaggiatore internazionale. Negli ultimi anni, i Monti Sibillini hanno catturato l'attenzione di numerosi magazine nazionali ed internazionali. Nel 2016 il britannico The Guardian ha inserito i Monti Sibillini tra le migliori destinazioni d'Europa e altre prestigiose riviste indicano il Grande Anello dei Sibillini come uno dei 10 percorsi da fare almeno una volta nella vita. Ai partecipanti verrà fornita la traccia GPS che dovrà essere seguita per intero e senza tagli.
    Ognuno è libero di organizzare il proprio viaggio in autonomia. Non c'è un tempo limite e la sfida non è contro gli altri, ma solamente contro se stessi. C'è chi parte solo con una giacca e dorme qualche ora su una panchina e chi parte con la bici completamente equipaggiata per dormire in rifugio. "Non è una gara, non c'è classifica - sottolinea Ivano D'Orazio del Comitato organizzativo -. Semplicemente è un viaggio che ti consente di scoprire in mountain bike tutta la magia di un territorio che, nonostante le ferite inflitte dal terremoto, è ancora in grado di emozionare e stupire. Un viaggio severo ed impegnativo, dove chi ti sta a fianco non è l'avversario da battere ma il tuo compagno di avventura". Il briefing di benvenuto con la registrazione dei partecipanti e la cerimonia d'inizio sono in programma il 24 maggio a Fiastra. La partenza, il 25 maggio, da Visso. L'evento è stato inserito nel calendario 2019 MSP che raccoglie i principali eventi bikepacking in Italia e all'estero. Le iscrizioni sono aperte fino al 20 maggio 2019.
    Maggiori informazioni sul sito www.sibillinibikepacking.it oppure nella pagina FB dedicata. E' possibile seguire i progressi di tutti i partecipanti lungo i 160 km del Sibillini Bikepacking tramite l'applicazione Never Alone. Gli hastag ufficiali dell'evento sono #Sibillinibikepacking #SibilliniBikeMap #marchetrail #marchetrailadventure #marcheoutdoor.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA