Giochi e giocattoli antichi a Urbino

Carte da gioco, scacchi, trottole, birilli e dipinti

Redazione ANSA URBINO

URBINO - "Giochiamo! Giochi e giocattoli dal Rinascimento al Barocco" sono in mostra al Palazzo Ducale di Urbino fino 5 febbraio 2017. L'esposizione, organizzata dalla Galleria Nazionale in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna, racconta i due periodi storici attraverso giocattoli e passatempi che si diffusero dal Quattrocento al Seicento in tutta Europa. Curata da Valentina Catalucci e realizzata da Arthemisia Group, la mostra comprende carte da gioco, scacchiere, libri, giocattoli, dipinti ed incisioni provenienti da prestigiose collezioni austriache, tedesche e italiane. Si possono inoltre ammirare rappresentazioni di scene di gioco, come il quadro con la Partita a scacchi di Giulio Campi (XVI sec.); opere molto rare e di grande impatto come la Scacchiera cinquecentesca con figure di scacchi tuffate nell'oro e nell'argento, oppure la scatolina intarsiata in avorio contenente giocattoli in miniatura.Le opere sono suddivise in 4 sezioni: giochi di movimento, con il gioco del bracciale e i dipinti di Federico Ubaldo della Rovere da bambino; i giochi da tavola e gli scacchi considerati il Gioco dei Re; i giochi d'azzardo; i giochi da bambini.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie