Senigallia riscopre piazza Garibaldi

Evento 'storico', ma anche polemiche per stemma Pio IX

Redazione ANSA SENIGALLIA (ANCONA)

SENIGALLIA (ANCONA) - Senigallia si riappropria di piazza Garibaldi, dopo un restyling non senza polemiche cominciato un anno fa. "Un evento storico per la città, fra i più importanti degli ultimi cinquant'anni" secondo il sindaco Maurizio Mangialardi: ''la piazza lascerà un segno indelebile nella fisionomia urbana del centro storico". La piazza si estende per 7.800 metri quadrati, e i lavori sono partiti nel giugno 2015, fra stop and go. Via i lecci che ne delimitavano il contorno, ora la piazza è anche completamente libera dalle auto. Al centro della pavimentazione sono stati posizionati gli stemmi di san Pio IX, il papa senigalliese Giovanni Maria Mastai Ferretti, e di Benedetto XIV, un omaggio per le opere che i due pontefici fecero realizzare in città. La scelta di far 'specchiare' Garibaldi nello stemma dell'ultimo papa re ha suscitato alcune proteste fra storici locali e i movimenti anticlericali. Nei festeggiamenti è previsto un omaggio al patriota Girolamo Simoncelli, mandato a morte proprio da Pio IX

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA