A Milano luglio da record, +5,4%

Assessore Guaineri, è tra le mete più ambite al mondo

Redazione ANSA MILANO

MILANO - È stato un luglio da record per il turismo a Milano, è stato infatti il mese in cui si è toccato il picco assoluto di visitatori in città: con 621.258 presenze, il 5,4 per cento in più rispetto al luglio del 2017 quando gli arrivi erano stati 589.232. Inoltre, secondo i dati diffusi dal Comune di Milano, sempre a luglio è in crescita anche il numero di turisti che hanno soggiornato sul territorio tra gli undici e i venti giorni.
    Il turista tipo, secondo l'identikit tracciato da Palazzo Marino, è single, tra i 30 e i 45 anni e soggiorna in città fino a dieci giorni. Sono 269.432, infatti, le persone in visita nel capoluogo lombardo che corrispondono a queste caratteristiche, seguiti dalla fascia d'età tra i 45 e i 60 anni (253.501) e da quelli tra i 19 e 30 anni (194.574). Dopo i single ci sono le famiglie: 193.229 visitatori con i propri parenti e 147.740 che si sono registrati nelle strutture milanesi come capi famiglia. "Con l'estate 2018 viene confermato il trend di incremento delle presenze di visitatori in città - ha dichiarato Roberta Guaineri, assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita -. Numeri che collocano Milano tra le mete turistiche più ambite a livello globale, come riportato proprio in questi giorni anche dalla stampa internazionale, che inserisce la nostra città tra le destinazioni migliori al mondo dove concedersi anche una vacanza di lusso senza spendere eccessivamente". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA