Torna PriamArt con 15 artisti liguri

Curatore Caprile, in mostra da Bafico a Martini e Berszsenyi

Redazione ANSA GENOVA

GENOVA - Quindici artisti, quattordici mostre personali e un'installazione nell'imponente Fortezza del Priamàr per l' 8^ edizione del 'PriamArt' che da sabato 9 a sabato 23 novembre porta nel Palazzo del Commissario le opere di Giorgio Angelini, Aurora Bafico, Paola Bradamante, Gianni Carrea, Mariagiovanna Figoli, Teresa Fior, Corrado Leoni, Pier Giorgio Leva, Michela Manfredi, Ely Martini, Enrico Merli, Patrizia Targani Iachino, Ondina Unida, Agnese Valle e Balàzs Berzsenyi, un'esposizione è organizzata da EventidAmare e dall'associazione culturale Liguria-Ungheria. L'ottava edizione di PriamArt inaugura sabato 9 novembre alle ore 16, con il curatore Luciano Caprile che spiega nel dettaglio i lavori degli artisti. "Esponiamo i lavori di alcuni tra i più interessanti artisti che operano nel nostro territorio: dai paesaggi misteriosi di Aurora Bafico all'articolato complesso scultoreo di Balàzs Berzsenyi, realizzato con l'utilizzo di acciaio inox, ottone, bronzo e marmo".
    "PriamArt è una rilevante iniziativa culturale e artistica - ha detto Doriana Rodino, assessore alla Cultura del Comune di Savona - che è divenuta un'occasione immancabile nel programma di manifestazioni che ogni anno la Città di Savona offre ai visitatori, residenti e turisti. Un incontro che ogni anno propone le opere di artisti, soprattutto liguri, d'importante levatura, mentre negli anni scorsi abbiamo avuto l'onore di ospitare nelle otto "Cellette" lavori di grandissimi Maestri come Giannetto Fieschi, Flavio Costantini, Aurelio Caminati e Luciano Caviglia e importantissimi critici come Germano Beringheli, Daniele Grosso Ferrando, Stefano Bigazzi e Luciano Caprile". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA