Jazz Festival Bologna, 34 concerti big

Dal 26 ottobre Corea, Gadd, Konitz, Barron e altri

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - Il gruppo di Chick Corea e Steve Gadd, l'omaggio a Theloniuos Monk dei quattro pianisti Kanny Berron, Dado Moroni, Danny Grissett e Cyrus Chestnut, la band di Lee Konitz che festeggerà i 90 anni, il trio di Enrico Rava, Matthew Herbert e Giovanni Guidi e la nuova formazione del sassofonista Steve Lehman. Saranno i concerti più attesi del Bologna Jazz Festival, che dal 26 ottobre al 19 novembre presenterà un cartellone di 34 appuntamenti tra Bologna, Ferrara e Modena, nei teatri e nei locali. Sostenuto da Comune di Bologna e Regione Emilia-Romagna, Fondazioni del Monte e Carisbo e sponsor privati (Hera e Unipol), la dodicesima edizione della rassegna presenterà un ampio spettro di proposte stilistiche, dal jazz più classico alle recenti contaminazioni con hip hop ed elettronica. Apertura il 26 ottobre a Cento con il Devil quartet di Paolo Fresu, chiusura il 19 novembre al Binario 69 di Bologna con il violinista siriano Alaa Arsheed. Oltre che nei teatri cittadini (Manzoni, Duse, Celebrazioni e Auditorium Unipol) dove suoneranno i nomi più importanti, il festival avrà un ricco contorno in locali e club. E' il caso del pianista Barry Harris che terrà anche un seminario di quattro giorni, di Ralph Towner, il chitarrista degli Oregon che sarà a Ferrara l'11 novembre; i tre concerti del quintetto Smalls Live il 9 a Bologna, il 10 a Ferrara e l'11 a Modena. E ancora il pianista Uri Caine 'in solo' il 29 ottobre alla Bentivoglio, poi al Torrione di Ferrara in ottobre i BassDrumBone con Ray Anderson il 28, il Claudia Quintet il 31, Tim Berne con i Snakeoil il 3 novembre.
    Il Bravo Caffè a Bologna presenterà in novembre big come l'organista Brian Auger, apripista dell'acid jazz, il duo emergente sax-batteria Binker & Moses, la cantante Becca Stevens tra jazz e folk, la collaudata fusion degli Yellowjackets.
    Previsti anche il progetto didattico Massimo Mutti con diversi saggi e incontri tra Conservatorio, Liceo musicale Dalla e Accademia di belle Arti, lezioni sui grandi del jazz con Emiliano Pintori al Museo della Musica. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA