Treni storici sulla Transappenninica

Il 2 e 17 settembre tra boschi e piccoli borghi di montagna

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - Scoprire l'Appennino a bordo di un treno storico tra boschi e piccoli borghi di montagna. Sabato 2 settembre e domenica 17 settembre il pubblico potrà vivere l'esperienza di un viaggio di altri tempi a bordo di un convoglio storico della linea Transappenninica tosco-emiliana.
    Dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella, alle 10.52 del 2 settembre, un treno storico della linea Transappenninica raggiungerà Porretta Terme alle 12.30. Il convoglio, con gli interni tutti in legno, sarà formato da quattro carrozze del genere "centoporte". A Porretta Terme il pubblico potrà godersi una giornata al festival musicale "Impressioni di Settembre" (ingresso gratuito fino alle 18.30) e seguire il concerto serale della Premiata Forneria Marconi al Parco Rufus Thomas di Alto Reno Terme, nuova denominazione del comune di Porretta. A fine serata, alle 23.40, il convoglio ripartirà per Firenze Santa Maria Novella (arrivo alle 1.15). Le fermate previste, sia all'andata che al ritorno, sono: Prato, Pistoia Piteccio, Pracchia, Molino del Pallone.
    Domenica 17 settembre si replicherà con un altro viaggio lungo la Ferrovia Porrettana in occasione del Festival delle Acque con spettacoli, convegni sull'ambiente, lezioni di storia, economia, arte. Tra gli ospiti l'attivista e ambientalista Vandana Shiva, il giornalista e scrittore Paolo Rumiz e l'attore Giobbe Covatta. Il treno partirà alle 10.05 dalla stazione Centrale di Bologna e raggiungerà Porretta Terme alle 11.50. Il rientro da Porretta è alle 18.48. Arrivo a Bologna alle 20.24.
    In entrambe le corse il convoglio si fermerà alle stazioni di Casalecchio di Reno, Sasso Marconi, Marzabotto, Vergato, Riola.
    Il servizio a terra è gestito dall'Ufficio Iat di Porretta Terme tel.0534/521103 (iat@comune.altorenoterme.bo.it). Il viaggio di andata e ritorno costa 15 euro in entrambi gli appuntamenti. È gratuito per ragazzi fino a 12 anni. I biglietti si comprano online sul sito di Bologna Welcome www.bolognawelcome.com sulla pagina Find&book e poi andando sulla sezione Tour City of experience.
    Le protagoniste di questi due "viaggi nel tempo" sono le locomotive storiche. Nell'appuntamento del 2 settembre la locomotiva utilizzata sarà la 656, una delle massime evoluzioni nel campo delle locomotive elettriche reostatiche. Il 17 settembre la locomotiva sarà speciale: si tratta della locomotiva a vapore 640, appartenente a un gruppo costruito tra il 1907 e il 1911, chiamata anche "signorina" dal personale di servizio che ne apprezzava le buone prestazioni, la maneggevolezza e l'affidabilità. In questa occasione il convoglio sarà formato da cinque carrozze "centoporte", che furono utilizzate anche a cavallo di tutte e due le guerre mondiali, sia per il trasporto dei fanti al fronte, sia per il trasporto delle varie truppe in Russia.
    Il progetto Transappenninica, che rientra nel protocollo d'intesa e cooperazione turistica tra Emilia-Romagna e Toscana, è promosso dagli Assessorati regionali ai Trasporti e al Turismo, Comune di Alto Reno Terme, Fondazione FS Italiane, Federazione Italiana Ferrovie Turistiche Museali, Città Metropolitana di Bologna, Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese, Adriavapore, in collaborazione con Bologna Welcome e Apt Servizi Emilia-Romagna. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA