L'Aquila, i tesori del Convento di San Giuliano

Saturnino Gatti, chiesetta barocca e presepi: visite il 4 e il 6

Redazione ANSA L'AQUILA

(ANSA) - L'AQUILA, 31 DIC - Proseguono, nell'ambito delle iniziative "Natale a San Giuliano" organizzate dall'Associazione AquilArtes all'Aquila, le visite guidate al Convento di San Giuliano, situato a nord del capoluogo, a circa 2 km in linea d'aria dal centro cittadino. Si tratta della prima fondazione abruzzese (1415) ad opera dell'Osservanza francescana, movimento di riforma all'interno dell'ordine minoritico, che in quegli anni si andava diffondendo in Abruzzo dall'Umbria.
    Sabato 4 gennaio alle 15 e lunedì 6 gennaio alle 11 le porte dell'antico Convento apriranno a quanti vorranno visitare la chiesetta barocca che conserva all'interno una tavola dipinta da Saturnino Gatti, uno dei massimi esponenti del Rinascimento abruzzese, il chiostro cinquecentesco con affreschi del '600 e lo splendido conventino quattrocentesco. L'itinerario guidato terminerà nella stanza espositiva dei presepi artistici di Maurizio de Benedictis.
    Dopo le visite seguirà una degustazione del Torrone F.lli Nurzia, specialità aquilana, su gentile omaggio del Bar Nurzia.
    A ciascun partecipante sarà donato il "Calendarietto di AquilArtes" con foto del Convento di San Giuliano.
    L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Comunità dei frati di San Giuliano.
    Biglietto di ingresso 4 euro a persona; per informazioni e prenotazioni: aquilartes@gmail.com e tel.3494542826.
    AquilArtes nasce nel 2015 per promuovere e valorizzare il ricco patrimonio storico artistico aquilano attraverso eventi culturali, attività didattiche per le scuole e percorsi turistico-culturali. L'Associazione si occupa dello studio e della realizzazione di percorsi universalmente accessibili, per rendere le proprie iniziative fruibili a tutti: con la convinzione che le barriere architettoniche, come quelle sensoriali, non debbano essere discriminante per visitare un museo o partecipare a un evento culturale. AquilArtes, infatti, svolge abitualmente visite guidate in LIS (Lingua dei Segni Italiana) e visite guidate tattilo-sensoriali per persone cieche. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA