Torna Ventrone con 'Punti di vista'

Tredici sale espositive per opere collezioni private e pubbliche

Redazione ANSA

PESCARA - Dopo una lunga attesa, torna a esporre in Italia l'artista Luciano Ventrone con 'Punti di Vista', mostra a cura di Mariano Cipollini: il lungo percorso espositivo, allestito nel Museo delle Genti d'Abruzzo di Pescara, aprirà le porte il prossimo 4 febbraio e sarà visitabile fino al 9 aprile 2017; l'inaugurazione, inizialmente prevista per lo scorso 21 gennaio, è slittata a causa del maltempo che ha sconvolto l'Abruzzo.
    L'esposizione, promossa dall'Associazione Archivi Ventrone, si avvarrà di un nutrito e importante numero di opere provenienti sia dalla raccolta del maestro sia da collezioni private e pubbliche. Per la prima volta tutte le tredici sale espositive del museo sono state messe a disposizione di un solo artista.
    Nell'intento di creare un movimento sinergico tra i reperti presenti nella collezione permanente e l'incontro con i lavori di Ventrone, la mostra traccia un percorso espositivo particolarmente strutturato, una nuova concezione d'iter all'insegna della contemporaneità. Tutto mirato a riattualizzare le letture storico-antropologiche del complesso espositivo passando attraverso una narrazione "atemporale, ammaliatrice e ingannevole" che Ventrone fa della realtà. 'Punti di Vista' non si presenta solo come una rilettura filologica delle nature morte del maestro, ma è protesa a riconsiderare e rivedere alcuni aspetti fondamentali che fanno di Ventrone un artista delle avanguardie. I lavori dell'ultimo ventennio sono messi in relazione con le sperimentazioni che l'hanno formato, dai primi anni '60, per circa un quindicennio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA