Ricostruita in 3D la barra centrale della Via Lattea

Grazie alla mappa di 150 milioni di stelle

Redazione ANSA

Ricostruita in 3D la barra centrale della Via Lattea, ossia la struttura da cui partono i bracci della nostra galassia. Il risultato è stato possibile grazie alla mappa di 150 milioni di stelle, ricavata sulla base dei dati della missione Gaia dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Pubblicata sulla rivista Astronomy & Astrophysics, la ricerca si deve al gruppo dell'Università di Barcellona coordinato da Friedrich Anders.

"Sappiamo che la Via Lattea ha una barra centrale, come le altre galassie a spirale, ma finora ne abbiamo avuto solo indicazioni indirette dai movimenti di stelle e gas", rileva Friedrich. "Questa - aggiunge - è la prima volta che vediamo la barra galattica in 3D, grazie alle misure delle distanze fra le stelle" ottenute combinando i dati di Gaia con quelli di altri telescopi terrestri e spaziali.

Questa struttura è formata da una grande quantità di stelle e gas, che ruotano attorno al centro della galassia. "Non è ancora chiaro come la barra si sia formata ma, con i dati di Gaia e altri che arriveranno nei prossimi anni, siamo certamente sulla strada giusta per scoprirlo", osserva Cristina Chiappini, del tedesco Leibniz Institute for Astrophysics. L'obiettivo, prosegue, è "ricostruire il modo in cui la Via Lattea si è formata e si è evoluta, e per farlo dobbiamo capire la storia di ognuno dei suoi componenti".



I ricercatori hanno molte aspettative dal prossimo rilascio di dati del satellite Gaia: pianificato per il 2021, includerà misure delle distanze per un numero molto più grande di stelle e ci si aspetta che consenta di progredire nella comprensione della complessa regione al centro della Via Lattea. Per Anthony Brown, dell'università di Leida, nei Paesi Bassi, questo studio è "solo un assaggio dei miglioramenti nella nostra conoscenza della Via Lattea che ci si può aspettare dalle prossime misure di Gaia".

 
 
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA