Marte, la Nasa atterrerà nel delta di un antico fiume

Con la missione Mars 2020 alla ricerca di vita

Redazione ANSA

Sarà il cratere Jezero, un tempo occupato dal delta di un antico fiume, il sito dove avverrà la discesa su Marte del rover Mars 2020 della Nasa: il sito è stato scelto fra oltre 60 candidati con una durissima selezione durata cinque anni e la notizia arriva a pochi giorni dall'annuncio della selezione del sito di atterraggio della missione ExoMars 2020, delle agenzie spaziali di Europa (Esa) e Russia (Roscosmos).

La missione americana, che dovrebbe essere lanciata nel luglio 2020, avrà il duplice obiettivo: verificare se il Pianeta Rosso sia stato abitabile in passato e stoccare campioni geologici per consentire a una futura missione di riportarli sulla Terra."Il sito di atterraggio nel cratere Jezero offre un suolo geologicamente ricco, con formazioni risalenti a 3,6 miliardi di anni fa che potrebbero rispondere a importanti domande sull'evoluzione planetaria e l'astrobiologia", spiega Thomas Zurbuchen della Nasa. "Raccogliere campioni di questa area così unica rivoluzionerà il modo in cui pensiamo a Marte e alla sua capacità di ospitare la vita".

Il cratere Jezero si trova sul bordo occidentale della pianura di Iside (Isidis Planitia), un gigantesco bacino da impatto che si trova a nord dell'equatore marziano. Il suo lato occidentale presenta alcuni dei paesaggi marziani più antichi e interessanti dal punto di vista scientifico. Gli esperti della Nasa ritengono che il cratere, un tempo occupato dal delta di un antico fiume, potrebbe aver conservato antiche molecole organiche e altri potenziali segni di vita microbica un tempo presenti nelle acque e nei sedimenti che scorrevano nel cratere miliardi di anni fa.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: