Neoavenger vs asteroidi

di Monica Petrangeli e Danae Pandolfo, Istituto comprensivo 'Dante Alighieri', Roma

Redazione ANSA

Ettore Perozzi ed i suoi compagni sono i "Neoavengers" ed vigiliano sui rischi di possibile impatto che potrebbero causare seri danni tra i quali un radicale cambiamento climatico tra gli asteroidi e la terra.
Gli asteroidi sono corpi celesti contenenti una certa percentuale di acqua e di iridio, un minerale contenuto negli asteroidi.

Essi sono concentrati prevalentemente in una fascia tra Marte e Giove. Gli asteroidi diventano meteoriti entrando in collisione con l'atmosfera terrestre, si bruciano e si sgretolano grazia all'attrito prodotto dalla loro velocità (40.000 km/h). I cacciatori di asteroidi lavorano nel centro di coordinamento sul rischio asteroidale a Frascati nel Lazio, essi utilizzano alcuni telescopi a specchio molto grandi per scattare determinate fotografie dello spazio.

Fotografando in negativo e facendone un filmino si otterranno diversi punti neri, quelli fermi rappresentano le stelle, mentre quelli in movimento rappresentano gli asteroidi. Si sono verificati casi di meteoriti entrati in collisione con la terra: -2 anni fa in Siberia cadde un meteorite,ma non ha causato gravi danni essendo di piccole dimensioni.

-150.000 anni fa Shane Torgerson un meteorite ha causato un cratere di 1,5 km -Nell'era dei dinosauri l'ipotesi della loro estinzione causata da un meteorite potrebbe essere fondata,grazie alle analisi del terreno nel quale si é verificato un significativo aumento di Iridio e si è scoperto un cratere largo 180 km nel golfo del Messico.
Il lavoro di Ettore Perozzi e i suoi compagni consiste nel prevedere casi come quello dell'asteroide 99942 comunemente chiamato Apophis che sfiorerà il 13 aprile 2029. Al giorno d'oggi sono conosciuti 13.310 asteroidi, e solo 533 di essi sono potenzialmente pericolosi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA