Gli asteroidi

di B. Bernardini, C. De Carolis, P. Scordo, M. Fondacaro, D. Giangrande, 2F, scuola media 'Esopo', Roma

Redazione ANSA

Gli asteroidi sono dei corpi minori che ruotano nello spazio, deviati da i corpi celesti più grandi (nel caso del sistema solare: da Giove). Spesso gli asteroidi passano vicino alla Terra e, in alcuni casi, possono colpirla. Uno dei casi più importanti è stato quando, 65 milioni di anni fa, un asteroide con un diametro di 10 km ha colpito la Terra sterminando i dinosauri.

Il primo asteroide scoperto dall’uomo fu avvistato il primo gennaio 1801 dallo scienziato italiano Giuseppe Piazzi e venne chiamato Cerere. Da allora furono scoperti 600 mila asteroidi con una rotta vicino alla Terra. La maggior parte degli asteroidi però orbitano in una fascia tra Giove e Marte, chiamata fascia media; solo a volte alcuni di essi vengono tolti dalla loro rotta dall’attività gravitazionale di Giove e iniziano a ruotare intorno al Sole, a volte colpendo qualche corpo celeste.

Lunedì 26 gennaio 2015 sarà possibile osservare, con un semplice binocolo, l’asteroide 2004BL86 che passerà a solo un milione di kilometri circa dall’atmosfera terrestre. Sarà possibile osservarlo anche sul sito dell’ANSA.

È stato calcolato che nei prossimi duecento anni non ci saranno collisioni con la crosta terrestre.
Nel caso di una possibile collisione la scienza ha preparato il protocollo Don Chisciotte : si spera di deviare il percorso dell’asteroide che potrebbe colpire la terra senza distruggerlo. Pochi anni fa, appena nel febbraio del 2012, un asteroide era entrato in collisione con il nostro pianeta; se l’impatto con l’atmosfera non l’avesse distrutto, frantumandolo, avrebbe colpito una città nella Russia, causando molti danni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA