L'evoluzione della lingua e' spinta da due 'motori'

Grammatica e lessico cambiano con ritmi diversi

Redazione ANSA

L'evoluzione della lingua e' spinta da due 'motori': sono il lessico e la grammatica, che cambiano nel tempo con ritmi e modalita' differenti. Lo dimostra lo studio di ben 81 lingue austronesiane imparentate fra loro e diffuse nella zona che si estende dal Madagascar all'Oceania: l'analisi, condotta da un gruppo internazionale di ricerca coordinato dall'Istituto Max Planck per la scienza della storia umana, e' pubblicata sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze (Pnas).

"Abbiamo trovato differenze impressionanti nell'evoluzione tra il vocabolario e la grammatica della lingua", spiega il coordinatore dello studio, Simon Greenhill. "Le strutture grammaticali cambiano con maggiore velocita' e risentono maggiormente dell'influsso delle lingue confinanti, mentre il lessico cambia soprattutto quando si generano nuove lingue". "Questa e' una scoperta inattesa - aggiunge il ricercatore Stephen Levinson - dal momento che molti sostengono che la grammatica possa dare un quadro piu' completo della storia di una lingua rispetto al suo vocabolario. Questi risultati, pero', vanno letti con cautela, perche' abbiamo comparato un vocabolario estremamente conservativo con una serie non filtrata di variabili grammaticali, e la famiglia a cui appartengono le varie lingue e' atipica per il modo in cui si e' diversificata durante la colonizzazione di isole successive. Quello che e' chiaro, pero', e' che la grammatica e il lessico non sono strettamente legati fra loro, quindi bisogna considerarli entrambi per migliorare la nostra capacita' di ricostruire la storia linguistica".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA