Virus

Cento volte più piccoli delle cellule

Redazione ANSA

Avete mai preso un raffreddore? Allora forse vi interessa sapere come è fatto quel minuscolo esserino che lo ha causato: il virus.
I virus sono dei piccolissimi parassiti che infettano non solo noi umani (causando molte malattie come la varicella, l'epatite o l'Aids), ma anche batteri, animali e piante. Le loro dimensioni sono in media cento volte più piccole di quelle della cellula: per questo motivo è possibile vederli solo al microscopio.

All'apparenza possono sembrare come delle strane navicelle spaziali: in realta' sono costituiti solo da un rivestimento esterno, una specie di scatola fatta di proteine e chiamata capside, che al suo interno custodisce le 'istruzioni' genetiche (sotto forma di Dna o Rna) che servono al virus per replicarsi generando dei 'figli'.

Foto ESA Il virus è però cosi' 'povero' che per mettere su famiglia è costretto a invadere casa altrui, cioè deve per forza imbucarsi in una cellula vivente: quando riesce ad agganciarla, infila al suo interno il materiale genetico, mentre la scatola proteica svuotata rimane all'esterno.
Una volta entrato, questo materiale genetico viene fatto leggere e replicare sfruttando i 'macchinari' che solitamente la cellula infettata usa per se'. Quando tutti i pezzi necessari sono assemblati a dovere, i virus figli escono dalla cellula, pronti a infettarne altre ricominciando tutto da capo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA