Venduti in Canada i primi salmoni transgenici

Crescono nella metà del tempo, grazie ai geni di altre due specie di pesci

Redazione ANSA

Il salmone è il primo animale transgenico, ossi con geni di specie diverse, destinato alla tavola ad essere venduto sul mercato.E' accaduto in Canada, a 25 anni dai primi esperimenti volti ad accelerarne la crescita. Ne dà notizia la rivista Nature sul suo sito, riferendo che l'azienda statunitense AquaBounty Technologies ha venduto il primo lotto commerciale, di 4,5 tonnellate, al prezzo di 11,70 dollari al chilogrammo.

Il Dna del salmone dell'Atlantico (Salmo salar) è stato modificato in modo da accelerare la crescita e raggiungere le dimensione giuste per il mercato in appena 18 mesi, la metà del tempo che di solito è necessaria. In particolare, sono stati trasferiti in esso geni che controllano la produzione dell'ormone della crescita prelevati da due specie: il salmone Chinook (Oncorhynchus tshawytscha) e un altro pesce dell'A Zoarces americanus.

Le ricerche che hanno portato a questo risultato erano cominciate negli anni '90, ma è stato necessario un lungo lavoro di preparazione prima di portare sul mercato, e quindi sulle tavole, i primi salmoni transgenici. L'approvazione da parte dell'agenzia statunitense che controlla i cibie i farmaci, la Fda (Food and Drug Administration) è arrivata nel novembre 2015 e le autorità canadesi sono giunte alla stessa decisione sei mesi più tardi.

Tuttavia negli Stati Uniti la legge di bilancio per il 2017 include una disposizione che proibisce la vendita di salmone transgenico fino a quando la Fda non metterà a punto un programma di informazione rivolto ai consumatori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA