Patriarca Venezia richiama a valori

Moraglia: boccia omologazione a 'festa' e scristianizzazione

(ANSA) - VENEZIA, 25 DIC - "Hanno tentato di abolire dalle canzoncine di Natale dei nostri piccoli il nome di Gesù ma, per fortuna, è scattato il buon senso dei piccoli e di genitori sensibili. L'assunzione acritica del pensiero unico dominante è stato il dramma del '900 e giunge fino ad azzerare i fatti e la storia". Lo ha detto il Patriarca di Venezia, Francesco Moraglia, nel corso dell'omelia in Basilica di San Marco. "La festa del Natale - ha proseguito Moraglia - non può essere omologata ai criteri della società scristianizzata e sottostare ai riti del consumismo. Da decenni la festa, che è il cuore della fede cristiana, presenta forti segni di scristianizzazione così da perdere presso molti le radici e il significato originario". "Ritrovare la strada che conduce al Natale, al Vangelo - ha sottolineato - ha un nome e un volto di donna: Maria di Nazareth, che è l'unica diretta collaboratrice del mistero dell'Incarnazione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie