Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Réseau des consorteries, ddl ci relega a consulente Regione

Réseau des consorteries, ddl ci relega a consulente Regione

'Snaturato intento originario, auspichiamo modifiche'

AOSTA, 18 luglio 2022, 16:23

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Si sono rilevate sostanziali divergenze rispetto al testo licenziato dalla giunta regionale sugli articoli riguardanti la conservazione del Registro delle consorterie e sulla definitiva relegazione di Réseau a 'consulente' della Regione e non come attore principale nel delicato processo di recupero e conservazione delle proprietà collettive valdostane". Così in una nota il consiglio direttivo dell'Associazione Réseau des consorteries et des biens communs de la Vallée d'Aoste riguardo al testo approvato dalla Terza commissione consiliare del ddl in materia di consorterie e di altre forme di dominio collettivo. Questa era la principale criticità che aveva portato a non partecipare al voto in commissione il gruppo Pcp.
    "Si è ritenuto - prosegue l'associazione -, all'unanimità dei presenti, che tali emendamenti abbiano snaturato i fondamenti del disegno di legge originario redatto in forte sintonia con il territorio e approvato dalla giunta regionale. Tale testo, infatti, richiamava e faceva proprio il principio fondamentale dell'autonomia dei domini collettivi sancito dalla legge 20 novembre 2017 n. 168. Si auspica che prima della definitiva approvazione da parte del Consiglio regionale ci sia ancora spazio per proporre emendamenti che possano ripristinare la volontà dei promotori. Al contrario, si rischia di vanificare il lavoro iniziato nel 2018 dei promotori del ddl e delle consorterie e degli esperti che hanno dato luce al disegno di legge e di mantenere uno statu quo ante che ha dimostrato di non essere in grado di rispondere alle esigenze del territorio".

   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza