Uv,dimissioni Lavevaz respinte da Comité

Anche per i vice presidenti David Follien e Davide Sapinet

Il presidente dell'Union valdotaine Erik Lavevaz ha rassegnato le dimissioni dall'incarico assieme ai vice presidenti David Follien e Davide Sapinet. Lo ha appreso l'ANSA. Le dimissioni risalgono a tre settimane fa e, al momento, sono state respinte dal Comité fédéral del 'mouvement'.
    Le motivazioni alla base della decisione di lasciare la presidenza sono legate alla complessa situazione politica regionale e ai rapporti 'interni' al movimento. Lavevaz - secondo quanto si è appreso - si è preso qualche giorno per decidere se rinnovare in maniera irrevocabile le proprie dimissioni. Della questione si parlerà questa sera durante una nuova riunione del Comité fédéral".

"Congelato" posizione in attesa sviluppi - "Vista la situazione politica molto incerta, anche a livello nazionale, su richiesta del Comité fédéral, io e i due vicepresidenti dell'Uv abbiamo 'congelato' la nostra posizione in attesa di sviluppi, proprio per non mettere in difficoltà il Movimento e il percorso di avvicinamento con le altre forze autonomiste, che rimane un passaggio imprescindibile e necessario per il futuro, nonostante le giuste discussioni in atto". Lo scrive, in una nota, il presidente dell'Union valdotaine, Erik Lavevaz, spiegando la decisione di rinunciare all'incarico. "Purtroppo nel frattempo, in questi ultimi giorni in particolare, è in corso un gioco pericoloso - aggiunge - il gioco di chi, per cercare un posto al sole, getta fango sugli altri, già a partire dalla prima notte dopo le elezioni a dire il vero, e magari pure sul movimento che gli ha permesso di essere eletto, con continue contraddizioni: da un lato si chiede chiarezza sulle linee politiche dal movimento, dall'altro non si ascoltano o addirittura se ne prende le distanze quando le linee sono chiarissime".

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere