Placido Domingo, gli 80 anni di una leggenda dell'opera

Una carriera da record, la macchia dello scandalo 'me too'

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Da star della lirica ha calcato per più di mezzo secolo i palcoscenici di tutto il mondo collezionando oltre 150 primi ruoli, ai successi nel melodramma ha aggiunto negli anni Novanta la straordinaria popolarità conquistata con le arie immortali dei capolavori dell'Ottocento unite ai classici della canzone napoletana e agli evergreen pop grazie all'exploit dei Tre tenori insieme con Josè Carreras e Luciano Pavarotti. Una voce inconfondibile rivolta anche verso ruoli da baritono, sollevando riserve tra i critici, e un'esperienza musicale alternata sul podio come direttore d'orchestra. Placido Domingo, tra le figure leggendarie dell'opera, festeggia 80 anni il 21 gennaio e una carriera gloriosa. Ma proprio nella coda del suo lungo percorso artistico ricco di trionfi e di riconoscimenti il tenore spagnolo ha vissuto la pagina amara dello scandalo, travolto nell'agosto 2019 dalle accuse di abusi e molestie lanciate contro di lui da una ventina di donne per fatti che sarebbero avvenuti dalla fine degli anni Ottanta. Nel marzo 2020 ha dovuto fare i conti anche con il Covid: è stato tra i primi personaggi del mondo dello spettacolo a comunicare la positività al virus e a sottoporsi alla quarantena.
    José 'Plácido' Domingo Embil è nato il 21 gennaio del 1941 a Madrid. Con i genitori si trasferì in Messico a otto anni e cominciò a calcare il palcoscenico recitando nella compagnia di zarzuela dei genitori. La svolta arrivò nel 1960: dopo i debutti in Messico e Stati Uniti è stato protagonista dei capolavori del melodramma, La traviata, Lucia di Lammermoor, Tosca, La Bohème, Carmen, Manon Lescaut, Madama Butterfly, Turandot. Amatissimo in Italia, ha debuttato nel 1969 all'Arena di Verona con Turandot e al Teatro Alla Scala di Milano con Ernani. Sul podio ha debuttato nel 1973 alla New York City Opera con La traviata. E' stato protagonista anche di trasposizioni per il cinema di opere firmate da Franco Zeffirelli e Francesco Rosi. In Italia è atteso il 16 maggio a Piacenza per dirigere la Messa da Requiem di Verdi e il 30 luglio all'Arena di Verona al Domingo Opera Night, gala per celebrare la sua carriera da record. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie