Pirlo: 'Non ho paura, la Juve viene prima di tutto'

'I risultati diranno se sarò ancora l'allenatore. Contro il Sassuolo non voglio vedere rassegnazione, la Champions è solo a un punto'

"Non ho paura, penso solo al bene della Juve: i risultati diranno se sarò ancora allenatore, ma il club viene prima di tutto e cerco di fare il meglio finché sarò qua". Il tecnico bianconero, Andrea Pirlo, ha parlato così del suo futuro, in bilico a causa delle tante delusioni collezionate durante la stagione tra Champions e campionato, da ultima la sconfitta per 3-0 contro il Milan. 

   "Dobbiamo fare una grande partita. Non voglio vedere rassegnazione - ha avvertito Pirlo alla vigilia della trasferta contro il Sassuolo, terz'ultima giornata di Serie A -, siamo a un punto dalla Champions e ne ho viste di tutti i colori nella mia carriera. Io ho perso una Champions vincendo 3-0 al primo tempo, dobbiamo avere un atteggiamento positivo perché può succedere di tutto". 

   L'ex fantasista ha assicurato essere decisamente motivato. "C'è tanta carica in me: siamo arrabbiati, anzi siamo incazzati, ma abbiamo tre gare per centrare l'obiettivo e dobbiamo dare tutti noi stessi per raggiungerlo: siamo la Juve, non possiamo permetterci prestazioni come l'altra sera", ha chiarito Pirlo, senza sciogliere il nodo sulla presenza di Cristiano Ronaldo a Reggio Emilia: "Ha giocato tante partite e le ha fatte bene, con tanti gol. Vedremo come sta oggi, decideremo il da farsi, ma domani c'è una partita importante e delicata e spero di avere tutti a disposizione". 

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie