Juve, Pirlo: non firmo per il pari. Conte mi ha insegnato tanto

'Ho grande rispetto per lui ma saremo avversari'

"L'Inter si è rinforzata in estate, noi abbiamo preso giocatori per il futuro, loro giocatori per il presente: sono due filosofie diverse, ma sono anche due squadre che lotteranno fino all'ultimo per lo scudetto". L'allenatore dei bianconeri, Andrea Pirlo, analizza le differenze fra la sua Juventus e l'Inter, avversarie domenica sera allo stadio di San Siro.

"Non si parte mai per pareggiare: cercheremo di vincere. È importante ma non fondamentale per la corsa scudetto: giocheremo a viso aperto ma sapendo la forza dell'Inter, che è una grande squadra e che lo ha dimostrato con Conte. Proveremo a portare a casa i tre punti". E sul suo rapporto con l'allenatore nerazzurro: "Conte mi ha insegnato tanto, da lì è nata l'idea di iniziare a fare allenatore. Ora siamo su due panchine diverse e avversari: lui carriera di grandissimo livello, spessore umano che conosco. Grande rispetto ma domani avversari", conclude Pirlo. 


   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie