Cavani chiede troppo, il Benfica gli dice di no

Saltato trasferimento in Portogallo, Matador chiedeva 10 milioni l'anno

Edinson Cavani non va più al Benfica. La trattativa, come riporta la stampa portoghese, è saltata per le richieste economiche del bomber uruguayano, che era volato a Lisbona assieme ai suoi rappresentanti, ritenute eccessive dalla dirigenza degli 'encarnados'. Secondo quanto scrive 'A Bola', sia nell'edizione in edicola che su quella online, il fratello agente di Cavani aveva chiesto un ingaggio di dieci milioni all'anno per un contratto triennale, proposta irricevibile per il Benfica, che ha subito chiuso la trattativa. Sempre secondo lo stesso quotidiano sportivo, ci sarebbe stata anche una richiesta 'particolare' che avrebbe fortemente irritato la dirigenza del club di Lisbona. Cavani è svincolato, dopo che è scaduto a fine giugno il suo contratto con il Psg.
    Così ora per accontentare l'allenatore Jorge Jesus, che chiede l'acquisto di un attaccante, il Benfica andrà su un altro uruguayano, il 21enne Darwin Nunez, messosi in grande evidenza in Spagna con l'Almeria. Ci sarebbero già stati contatti fra i due club.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie