Zaccarelli: "Playoff? Sarebbe tutta un'altra storia"

'Ai giocatori si chiederà di essere al top in breve tempo'

(ANSA) - ROMA, 21 MAG - "Ricominciare a giocare è importante per il gruppo, però ci vorrà qualche partita prima di rivedere quello che una squadra aveva dimostrato di poter fare durante il campionato. Mancherà il rodaggio e quello lo si ottiene solo giocando". Renato Zaccarelli spiega all'ANSA le incognite dello scorcio di stagione post-Coronavirus. L'ex mezzala di punta ed ex allenatore del Torino vinse in Serie B i Playoff, ma "quella volta eravamo alla fine di un campionato. Adesso, invece, le incognite sono tante, perché si arriva da un lungo periodo in cui i calciatori erano a casa".
    "Tutti ripartiranno assieme: chi riuscirà a fare gruppo prima, a ritrovare il ritmo, può fare la differenza - sostiene Zaccarelli, scudettato nel 1976 con i granata, protagonista del Mondiale 1978 in Argentina -. Il colpo di classe del singolo, alla fine, può fare la differenza. A tutti verrà chiesto di essere al top in un breve lasso di tempo. E poi, particolare tutt'altro che secondario, attenzione agli infortuni. Non si può dimenticare com'erano certe squadre prima della sosta e come potrebbero essere adesso. E' tutto un punto interrogativo".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie