• Bayern gol e mascherine, Colonia peluche e tifo contro

Bayern gol e mascherine, Colonia peluche e tifo contro

In Germania si gioca, bavaresi vincono a Berlino nonostante Var

Anche il Bayern Monaco è tornato in campo nella Bundesliga del post Coronavirus. Lo ha fatto sfruttando il divario tecnico-tattico a proprio favore nei confronti dell'Union Berlino, battuta in casa dai bavaresi per 2-0. A segno il solito Lewandowski (al 40/o gol stagionale) su rigore al 40' e Pavard di testa all'80'. Con questo risultato il Bayern capolista torna a +4 (58 punti contro 54) sul Borussia Dortmund che ieri aveva travolto lo Schalke 04.
    Union-Bayern non è stato un match ricco di emozioni, troppo asettico era il contesto, al punto che per i primi venti minuti si è avuta quasi l'impressione che i 22 giocatori in campo avessero timori di 'affondare' i contrasti. Poi il Bayern, pur giocando al piccolo trotto, ha cominciato a muoversi con maggiore convinzione e ha chiuso il match, nel corso del quale c'è stato il primo gol annullato dal Var nell'epoca post Covid 19. Lo aveva segnato Muller al 16', ma il 'video referee' lo ha giudicato in fuorigioco e gli ha impedito di gioire. Lo hanno invece fatto gli autori delle due reti, ma solo toccando il pugno chiuso o i gomiti dei compagni.
    Per rispettare le regole del distanziamento, sulla panchina del Bayern c'erano solo il tecnico Flick e i suoi assistenti, con mascherina, mentre le riserve, anche loro 'mascherate', hanno preso posto sui sedili delle prime due file di solito riservate al pubblico. Idem per quelli dell'Union, club oggi guidato dall'allenatore in seconda Markus Hoffmann, visto che il suo 'capo' Urs Fischer è in quarantena dopo essere rientrato dallo Svizzera, dove si era recato per motivi personali.
    Ma oggi è giocato anche a Colonia, dove i locali e il Magonza hanno pareggiato 2-2. Prima dell'inizio, un gruppo di tifosi della squadra di casa, contrari alla ripresa del campionato e alle porte chiuse, hanno inscenato una protesta nei pressi dello stadio mettendo in strada un divano con la scritta "Stadio invece del divano. Siamo contro il calcio-fantasma!". Affissi anche dei manifesti, color bianco e rosso (gli stessi della squadra) , con lo slogan "I problemi di soldi contano più della tua salute!". Sugli spalti, per far sentire meno soli i giocatori, la dirigenza del Colonia ha fatto piazzare, in un settore delle gradinate, un 'mosaico' di maglie (tante) vecchie e nuove, in parte messe a disposizione da supporter collezionisti dopo appello sui social, e sciarpe e pupazzi di peluche vestiti di biancorosso. Ma non è servito a vincere, e anzi la squadra di casa che vinceva per 2-0 si è fatta raggiungere dagli avversari, nel silenzio generale.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie