Politica

Landini: 'Non siamo contro il Green pass, ma garantire il lavoro'

Nessuna discriminazione. Obbligo? Lo può decidere solo una legge

 Nessuna contrarietà del sindacato al green pass nelle aziende, ma niente sanzioni per chi dice no e a muovere sia il governo con un atto di legge. Lo spiega il leader Cgil Maurizio Landini in un'intervista al Corriere della Sera, in cui spiega che il sindacato è a favore del fatto che le persone si vaccinino e sta raccomandando ai lavoratori di farlo.
    "Ma c'è un discrimine: non è possibile pensare a licenziamenti o demansionamenti". E sull' eventuale obbligatorietà: "Se il governo valuta sia necessario, può varare una norma. È già successo nella sanità. La responsabilità non può essere scaricata su un accordo fra le parti sociali". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie