Iran: sirene raid aerei a ovest di Teheran, 'falso allarme'

Dopo richiesta atterraggio aereo turco. 'Nessun collegamento'

 Sirene di raid aerei sono state udite nella parte ovest della capitale dell'Iran, Teheran, dopo che un velivolo della compagnia aerea turca ha richiesto un atterraggio di emergenza all'aeroporto Imam Khomeini a causa di problemi tecnici e denunciando la possibilità di un incidente.
    Lo ha reso noto la rete nazionale televisiva, citando diversi report sui social media.
    Il vice governatore generale di Teheran Hamidreza Goudarzi ha detto all'IRNA che il pilota della Turkish Air aveva richiesto un atterraggio di emergenza all'aeroporto Imam Khomeini di Teheran a causa del maltempo e delle forti piogge e poi si era diretto a Baku, nella Repubblica dell'Azerbaigian. "Le condizioni meteorologiche sono attualmente normali e due voli iraniani di Iran Air e Mahan Air sono regolarmente atterrati all'aeroporto internazionale", ha aggiunto. Goudarzi ha respinto le notizie secondo le quali il sistema elettrico dell'aeroporto era stato interrotto, con conseguente arresto dell'atterraggio dei voli. Riferendosi alle sirene udite nell'ovest di Teheran, Goudarzi ha detto che hanno risuonato a causa di problemi nel sistema di sicurezza di un'organizzazione statale a ovest di Teheran dopo forti piogge. I due incidenti non sono collegati tra loro, ha aggiunto. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie