Armenia: eurodeputati a Ue, Baku rilasci i prigionieri

Oltre cento firmatari inviano lettera a von der Leyen e Michel

(ANSA) - STRASBURGO, 04 MAG - L'Unione europea deve usare tutti i mezzi a sua disposizione per chiedere all'Azerbaijan di liberare e far tornare nel loro Paese tutti i prigionieri armeni, come previsto dall'accordo di cessate il fuoco entrato in vigore il 10 novembre 2020. Lo chiedono oltre 100 eurodeputati di alcuni tra i principali gruppi politici del Parlamento Ue in una lettera inviata ai presidenti della Commissione Ue e del Consiglio europeo, Ursula von der Leyen e Charles Michel.
    "È difficile dire quanti armeni siano ancora detenuti dall'Azerbaijan", scrivono gli eurodeputati, denunciando che "si stanno accumulando prove inconfutabili che numerosi prigionieri di guerra sono vittime di tortura" e che "esistono casi ben documentati di esecuzioni sommarie".
    L'Armenia "un paese amico dell'Europa, ha già pagato un prezzo altissimo nel conflitto con l'Azerbaijan", e "l'Unione europea non può lasciarla, più a lungo, in questa situazione insopportabile", indicano gli eurodeputati.
    Tra i firmatari della missiva, anche gli italiani Fabio Massimo Castaldo (M5S), Rossana Conte, Marco Dreosto, Marco Zanni, Gianna Gancia (Lega), Antonio Tajani, Massimiliano Salini, Fulvio Martusciello (Forza Italia), Carlo Fidanza (Fratelli d'Italia). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie