Romania: sondaggio, meglio con Ceausescu

Tra i più delusi, chi era in prima fila in rivoluzione 1989

 Secondo un sondaggio diffuso in Romania dal centro di ricerca Inscop, più del 40% dei romeni ritiene che la situazione nel Paese -ormai membro di Ue e Nato- sia attualmente peggiore che ai tempi del regime comunista di Nicolae Ceausescu. Solo il 33% crede che le cose oggi vadano meglio rispetto al 1989, mentre il 17% pensa che tutto sia cambiato affinché nulla cambiasse. Gli analisti ritengono che il sondaggio non evidenzi nostalgie ideologiche, ma segnali comunque un malessere diffuso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie