Onu, 'strage civili in Afghanistan, 573 uccisi in tre mesi'

Impennata "inquietante", 29% vittime in più rispetto al 2020

(ANSA) - ROMA, 14 APR - Il numero di civili uccisi in Afghanistan, 573 nei primi tre mesi dell'anno, è "profondamente inquietante": lo denuncia Deborah Lyons, rappresentante speciale Onu nel Paese, commentando il nuovo rapporto presentato dalle Nazioni Unite.
    L'impennata rispetto ai primi tre mesi del 2020 è del 29%, le donne uccise sono il 37% in più, il 22% i bambini. I civili feriti sono oltre 1.200, soprattutto donne e bambini rimasti mutilati, vittime di sparatorie, ordigni esplosivi, assassinii mirati.
    "Imploro le parti perché trovino la strada per porre fine alla violenza", ha detto Lyons. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie