India: Modi inaugura megaimpianti per depurazione Gange

Prima tranche missione nazionale contro inquinamento del fiume

(ANSA) - NEW DELHI, 29 SET - Il premier Narendra Modi ha inaugurato oggi, in una videoconferenza, sei mega progetti infrastrutturali nello stato dell'Uttarakhand, nel nord est del paese, nell'ambito della Missione nazionale Mamami Gange, Gange Pulito.
    I progetti, il cui valore complessivo raggiunge i 60 milioni di euro, includono la costruzione di un impianto di depurazione per evitare che le acque inquinate affluiscano nel fiume; il miglioramento dell'attuale impianto idrico a Jagjeetpur, nel distretto di Haridwar, del valore di circa 20 milioni di euro, e la costruzione di un impianto di depurazione, del costo di circa 15 milioni di euro, a Sarai, sempre nel distretto di Haridwar.
    L'inaugurazione dell'impianto di Jagjeetpur segna la conclusione del primo progetto di fognature realizzato grazie a una partnership tra pubblico-privato: insistendo su questo aspetto, Modi ha sottolineato che "nelle ultime decadi numerose e ampie iniziative sono state intraprese per pulire il Gange, ma nessuna ha visto la vera partecipazione del pubblico e la necessaria lungimiranza: di conseguenza, il fiume sinora non è mai stato pulito. Il mio governo si è impegnato e quelli che inauguriamo oggi sono i risultati. Non ci siamo limitati alla missione Gange Pulito, ma abbiamo scritto il primo capitolo del più ambizioso progetto di conservazione del fiume mai lanciato nella storia dell'India".
    I progetti prevedono infatti interventi per ridurre l'inquinamento non solo del corso d'acqua ma anche di città e villaggi dell'Uttarakhand costruiti lungo le rive del Gange.
    Modi ha anche annunciato la prossima inaugurazione, sempre a Haridwar, del Ganga Avalokan, il primo museo dedicato alla biodiversità e alla cultura del fiume e alle varie attività intraprese per ripulirlo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie