• Israele: la protesta dei soldati, piena libertà di barba

Israele: la protesta dei soldati, piena libertà di barba

Petizione alla Corte Suprema contro discriminazioni ai barbuti

"Diritto alla barba": con questo slogan un gruppo di soldati e ufficiali si è rivolto alla Corte Suprema chiedendo che l'esercito israeliano rispetti la loro volontà di portare la barba durante il militare. A guidare la protesta sono tra gli altri Bar Pinto e Gilad Levi, entrambi ufficiali e barbuti, decisi a rimuovere quella che hanno definito "una discriminazione tra ufficiali superiori e soldati di leva, tra religiosi e laici". "La nostra richiesta - hanno chiesto su Facebook - è che l'esercito deve consentire ad ogni soldato, senza distinzione di grado o di credo religioso, di portare la barba". Non è un caso che il logo scelto per la loro protesta - in ebraico 'Ptor zakan lekulam' (Diritto alla barba per tutti) - sia quello ufficiale di Tsahal (l'esercito), adornato però di una barba fluente.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie