Messico, sisma del 7.5, almeno 4 morti

Osservatorio Usa lancia allarme tsunami ma poi lo revoca

Sono almeno quattro le vittime accertate di una scossa di terremoto di magnitudo 7,5 Richter che ha colpito ieri alle 10,29 (le 17,29 italiane) il Messico centro-meridionale, e in particolare lo Stato di Oaxaca, dove vi sono stati quattro morti, quattro feriti, e notevoli danni a residenze private ed edifici pubblici. Il Servizio sismologico nazionale (Ssn) ha precisato che l'epicentro del terremoto, che ha coinvolto almeno sei Stati ed è stato avvertito chiaramente a Città del messico, è stato localizzato vicino a La Crucita. César Alberto Narváez, capo dell'Unità della Protezione civile di Oaxaca, ha indicato che il sisma è stato seguito da molte decine di repliche di magnitudo molto minore. Da parte sua l'Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica (Noaa) degli Stati Uniti ha diffuso subito dopo l'evento un allarme tsunami per Messico, Guatemala, El Salvador e Honduras, ritirandolo però alcune ore dopo.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie