Webuild: con Astaldi ricavi e redditività in forte crescita

Via libera del Cda a linee strategiche fino al 2023

(ANSA) - MILANO, 26 NOV - Con l'acquisizione dI Astaldi, il gruppo Webuild stima per l'intero 2020 ordini nel portafoglio costruzioni di circa 33 miliardi, equivalente a oltre 5 anni di produzione, e ricavi tra i 5,7 e i 6 miliardi, che includendo l'avviamento negativo salirebbero tra i 6,2 e i 6,5 miliardi.
    E' quanto emerge dal consiglio di amministrazione del gruppo che "ha preso atto dei dati finanziari pro-forma relativi all'esercizio 2019 e primo semestre 2020, per incorporare gli effetti dell'avvenuta acquisizione di Astaldi, ed ha approvatole linee strategiche e le proiezioni economico-finanziarie 2020-2023 post acquisizione relative al core business aggregato, sviluppato tenendo conto dell'attuale contesto macroeconomico connesso all'emergenza sanitaria Covid-19".
    L'outlook di Webuild per l'intero anno in corso comprende anche un Ebitda margin tra il 4 e il 5% (includendo il 'badwill' stimato ammonta a oltre l'11%) e una posizione finanziaria netta tra 600 e 800 milioni.
    Il margine di redditività sui ricavi è visto invece di circa l'8% nel 2021 e superiore all'8,5% nel 2023, "con un'evoluzione finanziaria attesa in netto recupero già a partire dal 2021".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



      Modifica consenso Cookie