Esteso il bonus pubblicità, anche a radio-tv

Lo prevede il decreto Sostegni-bis confermando il credito d'imposta previsto per il biennio 2021-2022

Anche gli investimenti pubblicitari effettuati sulle emittenti radiofoniche e televisive potranno godere del bonus pubblicità. Lo prevede il decreto Sostegni-bis confermando il credito d'imposta previsto per il biennio 2021-2022 dalla scorsa legge di bilancio, ma allargandone l'arco di azione anche a radio e tv rispetto ai soli quotidiani e periodici. Il bonus viene calcolato su tutti gli investimenti pubblicitari (e non solo nella parte incrementale rispetto all'anno precedente) ed è pari al 50 per cento dell'investimento complessivo. La comunicazione telematica di accesso alla procedura potrà essere inviata dall'1 al 30 settembre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie