Borsa: Europa in perdita con tecnologici e industria

Male le auto, le banche e i farmaceutici

(ANSA) - MILANO, 11 MAG - Proseguono in discesa la mattina le principali Borse europee, dopo che quelle asiatiche hanno chiuso con cali significativi, alcune con i dati peggiori degli ultimi due mesi, sui rinnovati timori di inflazione e schiacciate dal calo dei tecnologici, dopo il tonfo del Nasdaq alla vigilia, come viene evidenziato da alcuni analisti. Sullo sfondo resta la pandemia da Covid 19, tra spinte verso la ripresa, grazie ai vaccini, e i dati pesanti in India, ma anche il crescere dei contagi a Taiwan, con nuove restrizioni. In Europa la Piazza peggiore è Londra (-1,9%), seguita da Francoforte e Parigi (-1,8% entrambe) e Madrid (-1,2%). In linea Milano (-1,3%), con lo spread stabile poco sopra 114 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,96%. Non dà segnali di tensione l'oro (-0,3%) a 1.834 dollari l'oncia.
    L'indice d'area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde l'1,6%, sotto il peso soprattutto di beni voluttuari, informatica e materiali. Male le auto, iniziando da Daimler (-2,7%) e Renault (-2,8%). Tra i semiconduttori ad avere la peggio sono Asm (-3,3%) e Ams (-2,7%). Male l'industria, trasporto aereo compreso, con cali decisi come quelli di Ica (-5%), Wizz Air (-3,9%) e easyJet (-3,5%). Tra quelle dei materiali, soffre il comparto dell'acciaio, mentre i prezzi del materiale salgono, soprattutto ArcelorMittal (-4,3%) e Thyssenkrupp (-5,2%), nonostante le attese di ripresa dai conti in rosso. Non sono in forma le banche, a partire da Virgin Money (-4,2%), Natwest (-3,4%) e Hsbc (-2,6%). Tra i petroliferi, male soprattutto Royal Dutch (-2,6%) e Aker (-2%), col petrolio in calo (wti -1%) a 64,2 dollari al barile. Male i farmaceutici, a cominciare da Glaxo e Bayer (-2,2%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie