Edilizia soffre, per nuove case crollo del 25%

In secondo trimestre calo anche dei fabbricati non residenziali

L'edilizia risente dell'emergenza Covid. Nel secondo trimestre 2020, nel comparto residenziale, si stima una forte diminuzione congiunturale delle nuove costruzioni: -25,6% per il numero di abitazioni e -18,4% per la superficie utile. E' quanto si legge tra i dati sui permessi di costruire, diffusi oggi dall'Istat, relativi al secondo trimestre del 2020. Anche la superficie dei fabbricati non residenziali è in netta diminuzione rispetto al trimestre precedente (-15,5%).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie