TikTok, respinta offerta di Microsoft, dubbi su Oracle

WSJ ne annuncia la vittoria, media cinesi smentiscono

Oracle ha vinto la gara per le attività Usa della app cinese TikTok, battendo Microsoft. Lo ha annunciato il Wall Street Journal nella notte, citando una persona a conoscenza del dossier dopo che Microsoft ha reso noto che la sua offerta per acquistare la cinese TikTok era stata rifiutata dalla società proprietaria ByteDance,. L'indiscrezione è poi stata smentita dai media cinesi in lingua inglese.
    Secondo il Wall Street Journal, la societa' di Redwood sarebbe pronta ad annunciare TikTok come "fidato partner tecnologico" negli Usa ma l'accordo probabilmente non sarà strutturato come una vendita completa. Il prossimo passo spetta alla Casa Bianca e alla commissione per gli investimenti stranieri in Usa, che devono approvare l'intesa. Dopo l'annuncio del WSJ, la Cgtn, network in lingua inglese della tv statale cinese Cctv, citando fonti anonime ha invece annunciato che ByteDance - società a cui fa capo TikTok - non cederà gli asset Usa di TikTok a Oracle dopo il no a Microsoft.
    In Europa invece sono oltre 100 milioni le persone attive ogni mese su TikTok. "Quello che stiamo vivendo è un periodo molto particolare per tutti noi. Pur in questo contesto, possiamo dire che è stato un anno straordinario per la nostra azienda", dice Rich Waterworth, General Manager Europe di TikTok, nel dare l'annuncio. La società ha annunciato l'intenzione di creare un data centre in Irlanda, uno dei paesi europei fiscalmente più favorevoli, entro il 2022. In Italia, dove il social è sbarcato a ottobre 2018, si pubblicano in media - secondo dati ufficiali della società - 236 video al minuto.
    Non ci sono invece dati ufficiali sul numero di utenti italiani: secondo le rilevazioni della società ComScore - che si riferiscono al periodo che va da settembre a novembre 2019 - ci sono 6,4 milioni di utenti unici. Sempre secondo dati non ufficiali, gli utenti mondiali mensili sarebbero 800 milioni, di cui 400 milioni in Cina. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie