Cultura

They Talk, la paura horror delle voci del passato

Arriva in sala il film di Giorgio Bruno girato in Sila

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Durante le riprese di un documentario che indaga su una misteriosa strage, Alex (Jonathan Tufvesson), tecnico del suono, registra per caso delle voci sinistre, apparentemente non umane, che cercano di metterlo in guardia da qualcosa o da qualcuno. La ricerca per scoprire il significato di quelle parole e di chi le pronuncia farà riaffiorare persone ed eventi misteriosi legati al suo passato con effetti devastanti sulla sua vita. Questo in sintesi THEY TALK, film horror diretto da Giorgio Bruno, in sala con Vision Distribution e prodotto da Massimo Di Rocco, Luigi Napoleone, Pier Francesco Aiello, con Bartlebyfilm e Pfa Films.
    Cast internazionale - composto da Rocío Muñoz Morales (Amanda), Margaux Billard (Laura), Sidney Cressida Rae White (Emily) e Aciel Martinez Poll (Steve) - per raccontare una storia con la grande preoccupazione, da parte di produzione e regista, di farla sembrare in tutto e per tutto americana nonostante fosse girata in una Sila calabrese che sembra davvero il Canada.
    Questi infine gli elementi principali di un horror che guarda alla tradizione del genere: le voci dei morti che perseguitano Alex, un carismatico studioso giapponese di questi messaggi che vengono dall'al di là, personaggi del passato che ricompaiono nella vita del fonico e ovviamente un mistero che lentamente si svela creando il giusto terrore. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie