Artissima sarà ibrida e con un occhio rivolto a Milano

Online, ma 3 mostre in presenza.Ipotesi collaborazione con Miart

(ANSA) - TORINO, 12 OTT - Si terrà anche in questo anno segnato dal Covid la 27/a edizione di Artissima, anche se in versione ibrida 2.0 tra digitale e in presenza. Sarà dilatata su due mesi anziché sui canonici 4 giorni di novembre, e guarderà verso il futuro proponendosi come modello per se stessa e per tante altre fiere d'arte, come lei in parte annullate e in parte finite online. Ma non solo, al Grattacielo di Intesa Sanpaolo, nuovo sponsor, Fulvio Gianaria, presidente della Fondazione per l'Arte Crt, ha lanciato l'ipotesi di una district art con Milano, con al centro Artissima e Miart. "Più che farsi concorrenza, bisogna collaborare", ha detto. Idea raccolta da Intesa Sanpaolo, dalle amministrazioni locali e anche dalla direttrice, Ilaria Bonacossa. Francesco Profumo, presidente Compagnia di San Paolo, e Michele Coppola, direttore Arte, Cultura e Beni Storici di Intesa Sanpaolo, hanno parlato "di un importante progetto di macroarea culturale".
    La Fiera si terrà online sulla piattaforma Artissima XYZ mentre le 3 mostre mercato saranno nelle 3 sedi della Fondazione Torino Musei, Gam, Palazzo Madama e Mao. "Artisti, pubblico e collezionisti si incontreranno", ha detto Bonacossa. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie