'Ndrangheta, "due presidenti Vda eletti con sostegno locale"

Tribunale Aosta deposita motivazioni sentenza processo Geenna

(ANSA) - AOSTA, 12 DIC - "In due casi su tre, vale a dire Laurent Viérin e Renzo Testolin, si può affermare che due esponenti politici che hanno rivestito elevatissime cariche istituzionali (presidente della Regione, ndr) siano stati eletti con il sostegno della 'ndrangheta. Un terzo presidente della Regione (Pierluigi Marquis) ha chiesto il sostegno della 'ndrangheta, ma non lo ha ottenuto, a riprova della forza del sodalizio criminoso, apparso chiaramente in grado di scegliere quali candidati sostenere ed a quali candidati rifiutare il sostegno elettorale". Lo scrive il tribunale di Aosta nelle 548 pagine in cui motiva la sentenza di condanna, datata 16 settembre scorso, a carico dei cinque imputati nel processo Geenna con rito ordinario su una presunta locale di 'ndrangheta nel capoluogo valdostano, scoperta da carabinieri di Aosta e Dda di Torino.
    "Può ritenersi dunque acquisita - prosegue il collegio (presidente Eugenio Gramola, giudici a latere Marco Tornatore e Maurizio D'Abrusco) - la prova che almeno due importanti personaggi politici sono stati sostenuti dalla 'ndrangheta (Viérin e Testolin) ed un terzo abbia infruttuosamente ricercato l'appoggio elettorale (Marquis)". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie