Al vaglio consulenze Casaleggio-P.Morris

Al momento indagine conoscitiva senza ipotesi reato né indagati

(ANSA) - MILANO, 03 DIC - La Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo a modello 45, e quindi al momento senza ipotesi di reato né indagati, sulle consulenze, per un totale di circa 2 milioni e 400mila euro, che la Casaleggio Associati ha ottenuto dal 2017 in poi dalla Philip Morris. Consulenze di cui si era parlato su alcuni media nei giorni scorsi.
    Del fascicolo, aperto dal pool di contrasto ai reati contro la pubblica amministrazione coordinato dall'aggiunto Maurizio Romanelli, dà conto oggi 'la Stampa'. Degli accertamenti si occuperà il Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Milano.
    Gli inquirenti vogliono capire che genere di consulenze la società di Davide Casaleggio abbia ottenuto dalla multinazionale e se ci siano eventuali legami tra quei soldi incassati e alcuni provvedimenti di legge favorevoli all'industria del tabacco e, in particolare, a Philip Morris. "Non ho mai richiesto nulla per i clienti di Casaleggio Associati, a eletti o governanti del Movimento 5 Stelle, mantenendo sempre una distinzione netta tra le due realtà", ha detto Casaleggio. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie