Bar Torino rispettano Dpcm, 'ma è mazzata definitiva'

Amarezza gestori, ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni

(ANSA) - TORINO, 26 OTT - "Così si chiude una città, così per noi è la mazzata definitiva". Lo dicono i gestori del Caffè Vittorio, storica caffetteria del centro di Torino, abbassando le saracinesche del locale.
    Alle 18 in punto i tanti locali che fanno da cornice a piazza Vittorio Veneto, da sempre luogo di ritrovo per un caffè o un aperitivo, ritirano sedie e tavolini e spengono le luci, in ossequio a quanto disposto dall'ultimo Dpcm. Ma non manca la rabbia: "Non sappiamo più cosa pensare o cosa dire, ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni", commentano mentre ripiegano i tendoni e incatenano le sedie. Anche il vicino Mc Donald's di via Sant'Ottavio, che aggrega i più giovani, lascia fuori dalla porta dei ragazzi, costretti a ripiegare verso i muretti di Palazzo Nuovo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie