Incidente sull'A1, arrestato il padre delle bimbe

All'origine del dramma, probabilmente un colpo di sonno. Quattro morti e 7 feriti. L'uomo sarà interrogato lunedì

E' stato arrestato nella notte tra venerdì e sabato e sarà interrogato lunedì, dal pm di Arezzo Roberto Rossi, il conducente del minivan schiantatosi ieri contro un camion sull'A1 causando la morte di due bambine di 8 mesi e 10 anni e dei nonni 50enni. L'uomo, un trentenne di origine sinti, è il padre delle bambine ed è stato arrestato dalla Polstrada per omicidio stradale.

L'arresto è scattato in ospedale, dove l'uomo era stato portato per eventuali cure mediche e dov'era risultato negativo all'alcoltest; l'ipotesi più probabile, infatti, è che, trovandosi al volante fin dalla Romania, abbia avuto un colpo di sonno. Alcuni testimoni hanno riferito di aver visto il minivan procedere a zig zag, per poi sbattere contro il camion che si trovava fermo e interamente collocato all'interno della piazzola di sosta di emergenza, e finire la sua corsa andando ad urtare un'auto che, a sua volta, ne ha urtata un'altra.

Oltre alle quattro vittime, ci sono sette feriti: i più gravi, ma non in pericolo di vita, sono la madre delle bimbe, condotta al Policlinico Le Scotte, e due bambini (di cui una è la gemellina della vittima di 8 mesi), trasferiti al Meyer di Firenze.

L'incidente è avvenuto intorno alle 14 di venerdì sull'A1, in direzione sud, all'altezza di Badia al Pino, nel comune di Civitella in Valdichiana (Arezzo).

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie