Papa: razzismo è peccato ma no violenze

Il pontefice sul caso di George Floyd

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 3 GIU - Il razzismo è un "peccato": lo sottolinea il Papa intervenendo sul caso di George Floyd che sta infiammando gli Stati Uniti. "Non possiamo tollerare né chiudere gli occhi su qualsiasi tipo di razzismo o di esclusione e pretendere di difendere la sacralità di ogni vita umana. Nello stesso tempo dobbiamo riconoscere che la violenza delle ultime notti è autodistruttiva e autolesionista.
    Nulla si guadagna con la violenza e tanto si perde", ha detto nell'udienza generale.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie