Papa: a Rota, siate vicini a solitudini

Nuovo processo matrimoniale cura chi è ferito, difende nozze

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 25 NOV - "Nel vostro servizio, voi siete chiamati ad essere prossimi alla solitudine e alla sofferenza dei fedeli che attendono dalla giustizia ecclesiale l'aiuto competente e fattuale per poter ritrovare la pace delle loro coscienze e la volontà di Dio sulla riammissione all'Eucaristia". Lo ha detto Papa Francesco ricevendo in Vaticano i partecipanti al corso promosso dal Tribunale della Rota Romana sul tema "Il nuovo processo matrimoniale e la procedura Super Rato". Parlando del nuovo processo matrimoniale, Bergoglio ha detto che è "espressione della Chiesa che è in grado di accogliere e curare chi è ferito in vario modo dalla vita e, al tempo stesso, è richiamo all'impegno per la difesa della sacralità del vincolo matrimoniale". "Ritornando nelle vostre comunità, sforzatevi di essere missionari e testimoni dello spirito sinodale che è all'origine di esse, come anche della consolazione pastorale che è il fine di questa nuova normativa matrimoniale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie