Amianto:12 ex dirigenti Pirelli a giudizio per morti Settimo

Per il decesso di 23 persone dovuta ad espsizione alla sostanza negli stabilimenti di Settimo Torinese

Dodici dirigenti della Pirelli, la maggior parte dei quali ora in pensione, sono stati rinviati a giudizio dal gup di Torino Massimo Scarabello per la morte di 23 persone dovuta a malattie provocate dall'esposizione all'amianto negli stabilimenti di Settimo Torinese. Il pm Sabrina Noce li accusa di omicidio e lesioni colposi. Altre otto persone sono state invece prosciolte: i loro casi (una morte e otto malattie da amianto), risalgono a molto tempo fa e per questa ragione è scattata la prescrizione. Il dibattimento a dicembre.

 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie