Borsellino: teste, telefonate Scarantino non registrate

Colonnello Dia, da brogliacci scontrini apparato strappati

(ANSA) - CALTANISSETTA, 03 LUG - "25 anni dopo abbiamo riprodotto quello che rilevavano a quell'epoca gli operatori di polizia giudiziaria, sostanzialmente un salto indietro nel tempo che è consistito nell'ascolto sulla stessa macchina sulla quale lavoravano allora". Il riferimento del colonnello della Dia Francesco Papa, sentito oggi come teste nel corso del processo sul depistaggio della strage di via D'Amelio che si celebra a Caltanissetta, è agli apparati che registravano le conversazioni che partivano dal telefono del falso pentito Vincenzo Scarantino quando si trovava a San Bartolomeo a Mare. Uno scontrino strappato durante una telefonata e intercettazioni che non vengono registrate per presunti guasti tecnici, questo quanto è emerso dall'analisi di quattro nuovi episodi che si sono verificati tra il febbraio del 1995 e giugno dello stesso anno.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie