Teatro: al Mufant 'Le venti giornate di Torino' di De Maria

Con e di Corallina De Maria, figlia dell'autore Giorgio De Maria

(ANSA) - TORINO, 04 MAG - Assai raramente i musei ospitano spettacoli teatrali, ma dopo la lunga notte pandemica che ha chiuso teatri, musei e cinema, succede. Con lo spettacolo 'Le venti giornate di Torino', dal 7 maggio al 4 giugno, tutti i venerdì, al Mufant Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino.
    Si tratta di uno spettacolo di ombre, realizzato da Corallina De Maria, soprano al Teatro Regio e fondatrice, 30 anni fa di Controluce, compagnia di teatro d'ombre tra le più celebrate in Europa, e apprezzata anche in oriente, patria delle ombre, in paesi come Bali, Singapore, Giappone.
    Il lavoro, realizzato interamente da Corallina De Maria - scene, costumi, base musicale stanno in una valigia - è tratto dal romanzo 'Le venti giornate di Torino' del torinese e padre dell'artista Giorgio De Maria. Un testo pubblicato in sordina nel 1977 e riscoperto, 'per caso', dopo la morte dell'autore, nel 2017 in America dove ha riscosso gran successo. In Italia è stato ripubblicato per Frassinelli l'anno dopo. Si tratta di un racconto distopico e profetico, che racconta di una Torino inquietante, ricco di 'strani spunti' che sembrano prefigurare i social network nonché una società claustrofobia, sfinita e disillusa che tanto fa pensare al nostro sentire di oggi. "Ma la magia del teatro e della letteratura fanno di questi scherzi", dice l'autrice, ancora oggi frastornata dalla strana storia del libro del padre, divenuto 50 anni dopo un cult in Italia e in America. "Per me - dice Corallina - è un omaggio ad un padre ritrovato e ad una Torino dalle mille facce". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie